Petrolio in tensione: pesano Venezuela e Iran

(Teleborsa) – Bruciano le quotazioni dell’oro nero, a causa della guerra civile in Venezuela ma anche della decisione di Washington di bloccare totalmente le importazioni di petrolio dall’Iran. Intanto salgono oltre le attese del mercato le scorte di petrolio settimanali negli Stati Uniti d’America, di 9,9 milioni di barili a 470 MBG nella settimana al 26 aprile 2019.

Il futures sul Light crude trattato al Nymex di New York tratta attorno ai 61,76 dollari al barile (-0,06%), dopo essere sceso ieri sino a 61,09 dollari. Parallelamente la qualità Brent del Mare del Nord scambia a 70,55 dollari al barile (-0,28%), risalendo dal minimo intraday di ieri 2 maggio 2019 a 69,84 dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio in tensione: pesano Venezuela e Iran