Petrolio in risalita da minimi 10 mesi. Scattano ricoperture nonostante surplus

(Teleborsa) – Dopo una settimana di passione il petrolio rimbalza sui mercati internazionali. A dare sostegno al greggio sono le ricoperture, dopo che le quotazioni in settimana sono crollate sotto i 43 dollari, ai minimi degli ultimi 10 mesi.

Fra l’altro, il petrolio si avvia a chiudere il peggior primo semestre dal 1997 con un calo di oltre il 20% dei prezzi. 

Oggi, il contratto sul Light crude a New York scambia a 42,95 dollari al barile, in rialzo dello 0,58% ed il Brent segna a Londra un valore di 45,77 dollari, in vantaggio dello 0,81%. 

In settimana, il Dipartimento dell’Energia americano ha annunciato un calo delle scorte di 2,5 milioni, superiore al previsto, ma vi sono segnali di un persistente aumento della produzione da Shale Oil.

Si attende ora il consueto report settimanale di Baker Hughes sui pozzi attivi, ormai in aumento da 23 settimane consecutive.

Petrolio in risalita da minimi 10 mesi. Scattano ricoperture nonostant...