Petrolio in rally. L’eccesso di produzione fa meno paura

(Teleborsa) – Gli investitori tornano a scommettere sul petrolio dopo diverse settimane di passione.

Oggi i futures sul greggio stanno guadagnando oltre il 3% grazie ad un rapporto dell’International Energy Agency e agli ultimi dati sui pozzi attivi negli Stati Uniti.

Nel consueto outlook a medio termine l’IEA ha detto di attendersi un calo della produzione di petrolio di scisto statunitense di 600 mila barili giornalieri quest’anno e di 200 mila barili giornalieri nel 2017.

Sul finire della scorsa settimana, invece, Baker Hughes ha riportato un crollo del numero dei pozzi petroliferi attivi ai minimi di 17 anni, precisamente da maggio del 1999.

Queste novità, insieme ai Petrolio, Iran contrario a congelare la produzione ma appoggia l’Opec per mantenere i prezzi stabili, hanno allontanato i ben noti timori per un eccesso di fornitura che da tempo stanno mandando in tilt l’oro nero.

In questo momento i futures sul Wti in scadenza ad aprile avanzano di 1,70 dollari a 33,54 dollari al barile. Quelli sul Brent, stessa scadenza, guadagnano invece 1,65 dollari a 34,66 dollari al barile.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio in rally. L’eccesso di produzione fa meno paura