Petrolio in calo. Lockdown bilanciano blocco canale di Suez

(Teleborsa) – I prezzi del petrolio sono in calo di circa il 2% dopo i grandi guadagni registrati nella giornata di ieri. Le preoccupazioni per la domanda globale, causate dal prolungamento delle restrizioni in molti Paesi, bilanciano il fatto che oltre 13 milioni di barili di petrolio sono fermi nelle navi che aspettano che il canale di Suez venga liberato.

Alle 10, i future sul greggio Brent di maggio hanno raggiunto i 63,20 dollari al barile, in ribasso di 1,15 dollari o dell’1,77%. I future sul greggio statunitense West Texas Intermediate (WTI) di maggio scambiano in calo di 1,23 dollari, o del 2,01%, a 59,93 dollari al barile.

Il rimbalzo del petrolio nella seduta di ieri, in seguito all’incidente nel canale che collega il Mar Mediterraneo con il Mar Rosso, ha fermato una serie di ribassi del greggio che lo avevano portato al minimo in sei settimane. Le scorte di greggio statunitensi, intanto, sono cresciute a sorpresa secondo l’EIA, la divisione del Dipartimento dell’Energia americano.

(Foto: skeeze / Pixabay)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio in calo. Lockdown bilanciano blocco canale di Suez