Petrolio in calo dopo vertice OPEC

(Teleborsa) – Frenano i prezzi del petrolio a inizio settimana, dopo l’accordo raggiunto venerdì scorso 22 giugno a Vienna tra i paesi OPEC di aumentare la produzione di greggio per calmierare i prezzi. 

“Ci siamo accordati attorno al milione di barili che noi abbiamo proposto” – ha annunciato il ministro saudita dell’Energia, Khalid al-Falih – superando le minacce iraniane di porre il veto a qualsiasi rialzo dell’output. La maggior parte della produzione aggiuntiva di greggio sarà prodotta da Arabia Saudita e Russia.

Secondo gli esperti, che si attendevano un incremento maggiore della produzione, i prezzi dell’oro nero resteranno sostenuti nel 2018 nonostante la decisione presa dal Cartello. 

Dopo il balzo di venerdì scorso, il Brent londinese cede 97 centesimi per assestarsi a 74,58 dollari, mostrando una flessione dell’1,28%. In lieve rialzo invece il West Texas Intermediate (WTI), che avanza dello 0,38% a 68,84 dollari al barile.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio in calo dopo vertice OPEC