Petrolio in calo del 4% per nuovi lockdown in Europa

(Teleborsa) – I prezzi del petrolio sono in calo di circa il 4% a causa del prolungamento delle restrizioni in Europa (in particolare di Germania e Francia) e della lenta campagna vaccinale, fattori che allontanano le prospettive di ripresa del Vecchio Continente.

Alle 14.30, i future sul greggio Brent di maggio hanno raggiunto i 62,02 dollari al barile, in ribasso di 2,67 dollari o del 4,13%. I future sul greggio statunitense West Texas Intermediate (WTI) di maggio scambiano in calo di 2,46 dollari, o del 4%, a 59,10 dollari al barile.

“L’Europa continentale sta rafforzando le misure di contrasto al coronavirus e quindi limitando ulteriormente la mobilità – ha scritto in una nota Commerzbank – È probabile che ciò abbia un impatto altrettanto negativo sulla domanda di petrolio“.

Sull’andamento del prezzo del petrolio pesa particolarmente il lockdown fino al 18 aprile della Germania, il primo consumatore di greggio in Europa. Il Paese è entrato in una “nuova pandemia” a causa della diffusione delle varianti del Covid-19, ha detto senza giri di parole la cancelliera tedesca Angela Merkel.

(Foto: © Amikishiyev / 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio in calo del 4% per nuovi lockdown in Europa