Petrolio in caduta libera. Dati EIA su scorte USA peggio delle attese

(Teleborsa) – Salgono più delle attese le scorte di greggio in USA a causa dell’eccesso di offerta accentuato dalla pandemia di Covid-19. L’EIA, la divisione del Dipartimento dell’Energia americano, ha confermato che gli stocks di greggio, negli ultimi sette giorni al 19 giugno 2020, sono saliti di circa 1,4 milioni a 540,7 MBG contro attese per +0,3 milioni.

Gli stock di distillati hanno registrato invece un aumento di 0,2 milioni a 174,7 MBG, contro attese per un calo di 0,6 milioni, mentre le scorte di benzine hanno registrato un decremento di 1,7 milioni a quota 255,3 MBG (era atteso un calo di 1,2 milioni).

Le riserve strategiche di petrolio salgono a 653,7 MBG da 651,7 MBG.

Frattanto, il petrolio prosegue gli scambi in netto calo, in scia con la performance negativa dei mercati finanziari globali, sui rinnovati timori di una riacutizzazione della pandemia. Il contratto sul Light Crude statunitense scambia a 38,19 dollari al barile, in ribasso del 5,4%, mentre il Brent registra un decremento del 5,1% a 40,47 dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio in caduta libera. Dati EIA su scorte USA peggio delle attese