Petrolio e trimestrali in focus a Wall Street

(Teleborsa) – I deludenti conti di alcune big statunitensi e il flop al vertice di Doha sul petrolio stanno condizionando l’andamento dei futures statunitensi che lasciano presagire una partenza debole per la borsa di Wall Street, tra meno di un’ora.

La trimestrale di Morgan Stanley non convince gli analisti: gli utili sono stati superiori alle aspettative, ma il fatturato ha deluso. Si è chiuso con un nuovo nulla di fatto l’attesissimo vertice di Doha, che ha mancato l’obiettivo di congelare il tetto produttivo dell’OPEC, facendo nuovamente colare a picco le quotazioni del petrolio.

L’unico dato in agenda oggi è relativo al settore immobiliare: l’indice NAHB, atteso a 59 punti dai 58 punti precedenti. L’indicatore rappresenta un quadro sintetico delle aspettative di vendita dei costruttori nel presente e nell’arco dei prossimi sei mesi: una lettura inferiore a 50 mostra una prevalenza di giudizi negativi, mentre un livello superiore indica maggiore ottimismo.

Intanto il contratto sul nasdaq sale appena di 6 punti (+0,14%) mentre quello sullo S&P500 avanza di 8 punti (+0,18%).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio e trimestrali in focus a Wall Street