Petrolio, compromesso tra Opec+ e Emirati Arabi su quote produttive

(Teleborsa) – L’Opec+ ha raggiunto un compromesso con gli Emirati Arabi Uniti che consentirà a quest’ultimo di incrementare la propria quota di produzione di petrolio. Per ora si tratta ancora di indiscrezioni stampa riportare da varie agenzie internazionali, ma se verranno confermate si potrà così risolvere lo stallo tra i grandi Paesi esportatori sui livelli di output.

Era stata proprio la posizione degli Emirati Arabi Uniti, decisiva, nelle scorse settimane a far mancare l’accordo sulla produzione a partire da agosto e sull’allungamento oltre aprile 2022 delle intese globali tra i membri dell’Opec+ sui tagli. Gli Emirati Arabi Uniti avrebbero ottenuto una modifica al livello di produzione usato come base di calcolo per quantificare i tagli.

Il Paese affacciato sul Golfo Persico aveva richiesto 3,8 milioni di barili contro i 3,65 milioni al giorno a partire dall’aprile 2022 che gli sono stati riconosciuti e rispetto ai 3,2 milioni precedenti.

(Foto: © Aleksandr Prokopenko / 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio, compromesso tra Opec+ e Emirati Arabi su quote produttive