Petrolio, cala tensione sui prezzi. I sauditi recuperano parte della produzione

(Teleborsa) – La produzione di petrolio dell’Arabia Saudita sta gradualmente risalendo verso i livelli precedenti all’attacco alle raffinerie dello scorso weekend, mentre il recupero completo avverrà entro la fine di novembre.

Lo ha assicurato il ministro dell’Energia, principe Abdulaziz Bin Salman, precisando che le esportazioni saranno normali.

Una notizia che contribuisce a calmierare i prezzi dell’oro nero, nelle ultime ore alle stelle, complice l’attacco con droni agli impianti sauditi.

Negli scambi mattutini e prima dell’avvio dei mercati europei, il Brent, il greggio di riferimento del mare del Nord, sale dello 0,46% a 63,85 dollari al barile, mentre il WTI (West Texas Intermediate) il greggio americano, avanza appena dello 0,02% a 59,36 dollari al barile.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio, cala tensione sui prezzi. I sauditi recuperano parte della&n...