Petrolio, Arabia Saudita e Russia verso estensione taglio output

(Teleborsa) – Russia e Arabia Saudita puntano ad estendere di tre mesi l’accordo raggiunto a Vienna a inizio anno fra i paesi OPEC e non OPEC sul taglio della produzione del petrolio per sostenere i prezzi della commodity.

A riportarlo è il Wall Street Journal secondo cui i due maggiori paesi produttori di greggio ne avrebbero parlato durante un incontro a San Pietroburgo. Il ministro dell’energia Saudita Khalid al-Falih e il suo omologo russo Alexander Novak avrebbero affrontato l’argomento trovandosi sulle stesse posizioni, favorevoli al prolungamento dell’intesa.

Intanto, il future più vicino sul Light crude cede lo 0,56% a 46,31 dollari al barile, mentre il Brent di Londra, oscilla sui 51,37 dollari al barile (-0,10%).

Il greggio aveva perso perso ieri circa il 2,7%, a causa di preoccupazioni per un rallentamento della domanda da parte delle raffinerie, legata alla paralisi prodotta dall’arrivo dell’uragano Harvey. Una situazione difficile nel momento in cui c’è già un eccesso di offerta.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio, Arabia Saudita e Russia verso estensione taglio output