Petrolio ancora su di giri dopo calo scorte negli States

(Teleborsa) – Scendono oltre le attese le scorte settimanali di greggio negli USA.

Secondo l‘EIA, divisione del Dipartimento dell’Energia americano, le scorte di petrolio nella settimana terminata il 5 gennaio 2018 sono risultate in discesa di 4,9 milioni a 4,19,5 MBG, rispetto ai 424,5 MBG della scorsa settimana. Il consensus prevedeva invece una calo di 3,9 MBG .

Parallelamente, gli stock di distillati sono aumentati di 4,3 milioni a 143,1 MBG, mentre le scorte di benzine sono salite di 4,1 MBG  a quota 237,3 MBG  .

Le riserve strategiche di petrolio sono  rimaste ferme a 663,7 MBG .

Intanto, il petrolio prosegue risoluto la sua corsa, galvanizzato sia dalle proteste contro il Regime in Iran dalla situazione politica in Arabia Saudita e dalla scommessa vinta della riduzione delle scorte legata all’ondata di gelo che ha investito gran parte del Nord – America.

Il greggio è volato sopra i 63 dollari, con il più vicino contratto sul Light Crude statunitense che scambia sui massimi a 63,30 dollari al barile, in aumento dello 0,54%. Stessa direzione per il Brent che avanza dello 0,17% a 68,94 dollari, dopo aver sfiorato i 70 dollari al barile

Per quanto riguarda la situazione in Iran, il mercato attende con ansia la scadenza del termine fissato dal Presidente USA Donald Trump, sulle sanzioni legate all’accordo sul nucleare, mentre restano alte le tensioni sociali e le proteste contro l’attuale regime. 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio ancora su di giri dopo calo scorte negli States