Petrolio ancora sotto pressione. Pesano incertezze su vertice OPEC

(Teleborsa) – Non si arrestano le vendite sul petrolio.

L’oro nero soffre le incertezze sull’esito del vertice OPEC di giovedì in occasione del quale il Cartello potrebbe decidere di estendere i tagli alla produzione.

Venerdì l’oro nero si era portato su livelli che non si vedevano da luglio 2015 in scia alle positive attese per un taglio ma anche grazie ai segnali di rafforzamento dell’economia.

Tuttavia con l’avvicinarsi del meeting di giovedì le certezze sembrano venir meno, complice anche un certo clima di cautela degli investitori. 

Molti analisti stimano inoltre che il prossimo anno il petrolio potrebbe apprezzarsi fino a 60 dollari al barile. Una quotazione, questa, che potrebbe convincere la Russia a non concordare il taglio dell’output con i Paesi aderenti all’OPEC.

In questo momento il West Texas Intermediate (WTI) sta cedendo 15 centesimi a 57,96 dollari al barile, mentre il Brent cede 20 centesimi a 63,64 dollari al barile.

Petrolio ancora sotto pressione. Pesano incertezze su vertice OPEC
Petrolio ancora sotto pressione. Pesano incertezze su vertice OPE...