Petrolio ancora in rally. Brent attorno ai 70 dollari

(Teleborsa) – Il petrolio prosegue il rally e si spinge nuovamente a 70 dollari, almeno per la qualità Brent. Il greggio del Mare del Nord infatti si è spinto su un massimo di 70,13 dollari nel corso delle trattazioni notturne in Asia, per poi dar luogo a qualche piccola presa di beneficio all’avvio degli scambi dei mercati europei. Al memento il contratto future più vicino scambia a 69,97 USD/barile (-0,41%).

Resta sostenuto anche il Light crude americano, che avanza dello 0,31% a 64,5 dollari al barile, in attesa della ripartura degli scambi in USA dopo la festività di ieri. 

E’ sempre la forte domanda a spingere le quotazioni del greggio, in concomitanza con una ripresa economica che si va facendo sempre più robusta, non solo in USA, ma anche in Europa e sui mercati emergenti. Ciò, unito ai tagli decisi da OPEC e Russia sta progressivamente riducendo l’eccesso di scorte a livello globale.

Naturalmente, c’è anche una componente valutaria che aiuta l’oro nero, il dollaro che si sta deprezzando progressivamente e spinge in alto i prezzi delle commodities denominate in dollari, per effetto di operazioni di arbitraggio.

Petrolio ancora in rally. Brent attorno ai 70 dollari