Petrolio ancora giù, WTI buca 70 dollari

(Teleborsa) – Non si arresta la flessione dei prezzi del greggio che bensì accelerano al ribasso dopo aver intrapreso la via del ribasso in seguito alla notizia che iPaesi OPEC+ hanno raggiunto un accordo sull’aumento della produzione del petrolio, due settimane dopo lo stallo delle trattative per il disaccordo degli Emirati Arabi Uniti sulle misure proposte.

A New York un barile di WTI viene trattato a 68,27 dollari al barile (-3,5%) mentre il Brent scende di circa il 3,23% a 71,21 dollari.

L’accordo raggiunto nella giornata di ieri proroga i tagli decisi ad aprile 2020 fino al 31 dicembre 2022. Viene però adeguata al rialzo la produzione complessiva: l’OPEC+ aggiungerà 400.000 barili al giorno ogni mese da agosto fino a quando tutta la sua produzione interrotta non sarà stata ripristinata.

(Foto: © Aleksandr Prokopenko / 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petrolio ancora giù, WTI buca 70 dollari