Petroliferi in rialzo a Piazza Affari, Opec+ cauto su produzione

(Teleborsa) – Si muovono al rialzo i titoli petroliferi a Piazza Affari, con l’indice di riferimento FTSE IT Oil & Gas che guadagna lo 0,31%. A fare da assist alle azioni delle società legate al petrolio contribuisce la corsa dei prezzi del greggio che oscillano sui massimi da due anni, dopo la decisione dell’Opec+ di mantenere anche ad aprile i tagli alla produzione.

Il future maggio sul Brent scambia a 67,8 dollari al barile (+1,56%) mentre il future aprile sul WTI segna 64,72 dollari (+1,39%). Tra i player del comparto, Eni mostra un progresso dello 0,60% mentre Tenaris balza dello 0,80%. I prezzi del petrolio sono aumentati ieri di oltre il 5% durante riunione del Cartello, raggiungendo livelli che non venivano toccati dall’inizio di gennaio 2020.

Il gruppo di produttori di petrolio aderenti all’Opec e, i suoi alleati, hanno deciso di estendere la maggior parte dei tagli alla produzione ad aprile. In un comunicato diffuso dopo i colloqui si legge che le uniche eccezioni sono Russia e Kazakistan, che “potranno aumentare la produzione rispettivamente di 130 e 20mila barili al giorno”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petroliferi in rialzo a Piazza Affari, Opec+ cauto su produzione