Petroliferi in caduta libera con il petrolio a 29 dollari

(Teleborsa) – Crolla un po’ ovunque il comparto petrolifero, che si conferma il peggiore sulle borse europee ed a Piazza Affari, in risposta all’ennesimo affondo del prezzo del petrolio a 29 dollari al barile. 

Il barile di greggio statunitense Light crude  crolla del 4,9% a 29,68 dollari, mentre quello sul Brent scivola del 4,6% a 29,61 dollari, in attesa che si conoscano i dettagli per la rimozione dell’embargo sul petrolio iraniano. 

L’indice pan-europeo Stoxx Oil & Gas cede il 3,22%, mentre l’indice settoriale italiani FTSE IT Oil and Gas arretra del 2,79%. Alla borsa di Milano crolla Saipem del 5,41%, dopo esser stata anche sospesa al ribasso.

Giù anche Eni, che scivola del 2,77%. A Parigi cade Total, che flette del 2,79%,  mentre le britanniche BP e Shell cedono oltre il 2,5%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Petroliferi in caduta libera con il petrolio a 29 dollari