Peroni addio: potrebbe diventare giapponese

La birra Peroni potrebbe finire nelle mani della giapponese Asahi Group Holding

(Teleborsa) – Il settore della birra torna sotto i riflettori per le voci di nuove acquisizioni, anche se il grosso è stato realizzato con il maxi deal SABMiller-Inbev, che ha portato alla creazione del numero uno del settore.

Stavolta si parla di una tradizione italiana, la birra Peroni, che potrebbe finire nelle mani della giapponese Asahi Group Holdings, stando alle indiscrezioni della stampa nipponica.

Il produttore di birra giapponese starebbe infatti valutando un’offerta per rilevare i marchi Peroni e Grolsch, che sono attualmente di proprietà di SABMiller, ma in via di cessione a causa delle clausole imposte dalle autorità di controllo per salvaguardare la concorrenza.

Asahi sarebbe disposta a pagare fino a 400 miliardi di yen per la bionda italiana, pari a oltre 3,12 miliardi di euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Peroni addio: potrebbe diventare giapponese