Pericolo inquinamento Mar Tirreno per collisione tra due cargo a Nord-Est della Corsica

(Teleborsa) – Collisione tra due cargo nel Mar Tirreno al largo della Corsica. Solo danni e nessuna conseguenza per le persone, ma pericolo di grave inquinamento. L’incidente, con mare calmo e tempo buono, è avvenuto intorno alle 7,30 del mattino circa 20 miglia a Nord di Capo Corso, in acque territoriali francesi, tra l’unità tunisina “Ulysses” e la portacontainer di bandiera cipriota “Cis Virginia” che, sembra, fosse ferma in mare aperto.

L’Ulysses era partita da Genova e diretta a Tunisi con a bordo camion e auto. La prua del traghetto Ro-Ro tunisino ha aperto un largo squarcio sul fianco di “dritta” (destro) della portacontainer da cui è fuoriuscito carburante che si è riversato in mare. Dai primi accortamente sarebbe emerso che la “Ulysses” stesse viaggiando a velocità troppo elevata per poter effettuare manovre di emergenza.

Le autorità francesi hanno chiesto subito l’intervento dell’Italia per contenere e circoscrivere gli effetti della fuoriuscita di carburante dalla “Cis Virginia” sulla base del piano d’intervento “Ramogepol”, istituito tra Francia, Italia e Principato di Monaco. Dal nostro Paese è così subito decollato un ATR42 della Guardia Costiera con compito di ricognizione e monitoraggio. Sono state fatte intervenire anche sei imbarcazioni ora impegnate sul luogo della collisione.

Pericolo inquinamento Mar Tirreno per collisione tra due cargo a Nord-...