Performance negativa per le Piazze del Vecchio Continente

(Teleborsa) – Seduta difficile per Piazza Affari, che scambia in netto calo, in accordo con gli altri Listini continentali, che accusano perdite consistenti. A deprimere gli indici che ampliano i cali dell’avvio è l’annuncio di Sanofi e GlaxoSmithKline di ritardi sullo sviluppo del loro vaccino anti Covid.

Sul mercato valutario, stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,212. L’Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.833,2 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta poco sotto la parità con una variazione negativa dello 0,24%.

Lo Spread peggiora, toccando i +115 punti base, con un aumento di 3 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari allo 0,51%.

Nello scenario borsistico europeo crolla Francoforte, con una flessione dell’1,61%, sotto pressione Londra, che accusa un calo dello 0,94%, e scivola Parigi, con un netto svantaggio dello 0,96%. Sessione negativa per Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre l’1,04%; sulla stessa linea, vendite diffuse sul FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 23.612 punti.

Buona la performance a Milano dei comparti beni per la casa (+0,71%) e sanitario (+0,64%).

In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti immobiliare (-2,35%), assicurativo (-2,05%) e vendite al dettaglio (-1,94%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Moncler (+1,83%), Amplifon (+1,11%), Pirelli (+0,86%) e Atlantia (+0,72%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Leonardo, che prosegue le contrattazioni a -3,96%.

Vendite a piene mani su Telecom Italia, che soffre un decremento del 3,11%.

Pessima performance per BPER, che registra un ribasso del 2,97%.

Sessione nera per Fineco, che lascia sul tappeto una perdita del 2,46%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Maire Tecnimont (+3,86%), Banca MPS (+0,91%), Acea (+0,80%) e Ferragamo (+0,79%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Cerved Group, che prosegue le contrattazioni a -2,90%.

In caduta libera doValue, che affonda del 2,80%.

Pesante MARR, che segna una discesa di ben -2,73 punti percentuali.

Seduta drammatica per FILA, che crolla del 2,53%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Performance negativa per le Piazze del Vecchio Continente