Per Generali utile netto 2015 torna ai livelli pre-crisi

(Teleborsa) – Utile netto in salita per il gruppo Generali  che ha chiuso il 2015 con un utile netto di 2,03 miliardi, in crescita del 21,6% rispetto al 2014, “tornando così ai livelli pre-crisi grazie al miglioramento delle performance operative e non operative”. Lo si legge nella nota del Gruppo assicurativo.

Il risultato operativo di Gruppo raggiunge i 4.785 milioni (4.508 mln nel 2014), in crescita del 6,1%, spinto in particolare dal segmento danni (+8,5%) e grazie ad un risultato vita solido nonostante l’attuale contesto dei mercati finanziari. Il RoE operativo, principale target di redditività, ha di conseguenza raggiunto il 14%, in significativo aumento rispetto al 2014 (13,2% nel 2014), superando ampiamente l’obiettivo di mantenersi al di sopra del 13%. Utile netto e dividendo, sottolinea la compagnia nel comunicato, sono “i migliori degli ultimi 8 anni”.

Il CdA proporrà all’assemblea un dividendo per azione di 0,72 euro, in aumento di 0,12 centesimi per azione (+20%) rispetto al 2014. “Utile netto e dividendo, sottolinea la compagnia nel comunicato, sono “i migliori degli ultimi 8 anni”.

Il payout ratio si attesta cosi’ al 55,3% dal 55,9% del 2014.

 Per quanto riguarda le previsioni, Generali spiega che nonostante il difficile contesto macroeconomico e l’elevata volatilità dei mercati finanziari”, nel 2016 il gruppo Generali “continuerà a perseguire le azioni strategiche della nuova fase di sviluppo, confermando l’obiettivo di operating Roe superiore al 13%, e migliorando la remunerazione degli azionisti in coerenza con il piano strategico presentato al mercato”. 

Il Presidente di Generali, Gabriele Galateri di Genola, ha affermato: “I risultati positivi del bilancio 2015 dimostrano la qualità del piano di turnaround concluso dalla compagnia negli ultimi anni e della strategia avviata l’anno scorso. Risultati che ci consentono di proporre all’Assemblea degli Azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 0,72 euro, superiore del 20% rispetto a quello distribuito nel 2015. E’ il modo migliore per iniziare la nuova fase che si apre con la decisione del board di nominare il nuovo Group CEO Philippe Donnet. Si tratta di un riconoscimento importante delle risorse interne di Generali, confermato dalla contestuale nomina del CFO Alberto Minali come Direttore Generale”.

Per Generali utile netto 2015 torna ai livelli pre-crisi