Per Alitalia non si va oltre il 15 luglio

(Teleborsa) – Nessun ulteriore rinvio della scadenza del 15 luglio. E’ quanto avrebbe garantito il ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio all’inizio del tavolo di riunione con i sindacati sul tema Alitalia. Di Maio, stando alle voci che rimbalzano dal Mise, avrebbe anche ribadito che il Governo sta sostenendo un’operazione di mercato e non di natura politica.

L’auspicio è che Delta decida di aumentare la sua quota di partecipazione, salendo dal 15 al 25%. Lo stesso Di Maio ha confermato che la proposta del gruppo Toto è in fase di valutazione. E proprio alla vigilia del vertice con le parti sindacali, Toto ha fatto pervenire una lettera al titolare del Mise, e per conoscenza ai tre commissari Daniele Discepolo, Enrico Laghi e Stefano Paleari, nonché ai segretari di Cgil, Cisl e Uil, in cui ricorda di avere avuto tre incontri con Ferrovie e l’advisor Mediobanca per proporsi come partner di riferimento nel piano industriale della Newco Alitalia. Si vorrebbe lavorare nella direzione di un piano di rilancio senza esuberi. Strada difficile da percorrere.

Per Alitalia non si va oltre il 15 luglio