Pensioni, un prestito aziendale per l’uscita anticipata?

Il Governo riapre le porte alla flessibilità in uscita dopo averla categoricamente esclusa dalla nuova Legge di Stabilità per mancanza di coperture.

Secondo rumors di stampa il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan non avrebbe definitivamente abbandonato l’idea di alleggerire la legge Fornero dando la possibilità, ad alcuni lavoratori che ne hanno i requisiti, di andare in pensione anticipatamente. Per questo avrebbe pensato ad una sorta di “prestito” a carico delle aziende. 

Le società pagherebbero i contributi al lavoratore che lascia in anticipo fino a quando questi non avrà raggiunto i requisiti pensionistici. La società dovrà inoltre pagare anche una quota delle pensioni, ma questa somma sarebbe poi restituita dal lavoratore tramite l’INPS. 

I benefici per le aziende? Potrebbero aumentare il turnover a costi tutto sommato contenuti. Contenuti ma comunque elevati anche per i lavoratori, che si vedrebbero poi costretti a restituire somme anche ingenti al datore di lavoro.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pensioni, un prestito aziendale per l’uscita anticipata?