Pensioni, “Quota 100”: presentate oltre 89mila domande

(Teleborsa) – Procede a passo veloce Quota 100 con le domande che hanno raggiunto quota 89.521. Lo ha comunicato l’Inps diffondendo i dati aggiornati alle 17.00 del 12 marzo. Andando più nel dettaglio, dalla Gestione pubblica sono arrivate 32.170 richieste, mentre dai lavoratori dipendenti 31.178. Dando, invece, uno sguardo alla cartina geografica, sono 6.472 le domande presentate a Roma, segue Napoli con 4.050 e Milano a 3.655.

CAPONE (UGL): SU PENSIONI E LAVORO SEGNALI POSITIVI DI CRESCITA – Nel frattempo, a margine dell’incontro con i sindacati, convocato al Mise da Luigi Di Maio, nella giornata di oggi, mercoledì 13 marzo, Paolo Capone, Segretario Generale UGL, sottolinea: “Con la previsione di Quota 100 il Governo ha cominciato a rivedere la legge Fornero, recependo le nostre proposte. Tale misura segna una svolta fondamentale nelle politiche di welfare nel nostro Paese, incentivando il ricambio generazionale nel mondo del lavoro. Questo è confermato dalle circa 100 mila domande presentate per accedere a Quota 100″.

Qualche riserva, invece, sulla proposta di introdurre un salario minimo legale: “L’obiettivo di tutelare il diritto del lavoratore a una retribuzione equa e dignitosa si realizza mediante il rafforzamento della contrattazione collettiva, prima ancora che con l’introduzione di un salario minimo”, ha concluso Capone.

Un vertice quello di oggi durante il quale Cgil, Cisl e Uil hanno messo sul tavolo le loro proposte sui temi “caldi”: Reddito di cittadinanza lavoro, pensioni, salario minimo e fisco. “Non si risolve tutto in due ore, ma in due ore bisogna capire se si apre o meno una fase nuova di rapporti tra il mondo del lavoro e il Governo”, ha dichiarato il Segretario generale della Cgil, Maurizio Landini.

Pensioni, “Quota 100”: presentate oltre 89mila domand...