Pensioni, Poletti non smentisce né conferma le dichiarazioni di Boeri

(Teleborsa) – Hanno suscitato scalpore le dichiarazioni del presidente dell’INPS, Tito Boeri, sulle pensioni, allarmando soprattutto i giovani nati negli anni 80, visto che potrebbero andare in pensione a 75 anni e con il 25% in meno.

Interpellato dai giornalisti il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ha dichiarato: “io parto dal presupposto che il presidente Boeri quando fa queste dichiarazioni abbia fatto tutte le valutazioni del caso, a partire dai dati a sua disposizione. Presumo che abbia ragione”.
“Il tema è molto complesso e delicato – ha proseguito Poletti – ma non ho nessuna intenzione né di smentire né di confermare le sue parole, perché credo che Boeri abbia fatto delle valutazioni che siano valide”. 

Al momento non ci sono alternative: un giovane deve “pagare i contributi se vuole avere una copertura previdenziale”, ha ricordato il ministro.

Pensioni, Poletti non smentisce né conferma le dichiarazioni di ...