Pensioni, Furlan: “Definire una garanzia per i giovani”

(Teleborsa) – Il mercato del lavoro preoccupa non solo per il tasso di disoccupazione che risale all’11,3% (con un tasso di disoccupazione giovanile che arriva al 37%), ma anche per il futuro pensionistico delle generazioni più giovani.

“Dobbiamo definire una pensione di garanzia per i tanti giovani che cambiano così spesso lavoro e che entrano tardi in questo mondo. E poi fermare l’aspettativa di vita, questo meccanismo infernale per cui sempre di più si alza l’età pensionabile”. Lo ha rivelato Annamaria Furlan. Il segretario generale della CISL lo ha ribadito al termine del Congresso della confederazione, dopo che il Consiglio generale l’ha confermata alla guida del sindacato.

La richiesta sarà avanzata al Governo al tavolo di confronto di domani 4 luglio, che si svolgerà al ministero del Lavoro.  Intanto, dal 1° luglio per 3,5 milioni di pensionati è scattata la quattordicesima.

Parlando di contrattazione del lavoro, Annamaria Furlan ha detto che bisogna “cambiare le priorità. Il lavoro dall’azienda si sposta e, quindi, ha bisogno di nuovi modelli contrattuali, ma anche di nuove tutele”. Il segretario generale della CISL ha sollecitato i sindacati a “rivedere un po’ le tradizioni su come si discute la flessibilità l’organizzazione del lavoro, l’orario. Bisogna essere all’altezza di rispondere a questa sfida”.

Pensioni, Furlan: “Definire una garanzia per i giovani̶...