Pensioni dipendenti pubblici, la fotografia dell’Inps

(Teleborsa) – Il numero delle pensioni della Gestione Dipendenti Pubblici, vigenti al primo gennaio 2020, è pari a 2.990.412, in aumento del 2,6% rispetto all’anno precedente, quando ammontava a 2.913.778 pensioni. L’importo complessivo annuo delle pensioni è di 75.131 milioni di euro, con incremento percentuale del 4,3% rispetto al 2019 quando l’importo risultava di 72.028 milioni di euro. E’ quanto rileva l’Osservatorio statistico dell’Inps sulla Gestione delle pensioni dei dipendenti pubblici.

Le pensioni liquidate sono aumentate nel 2019 rispetto all’anno precedente del 10,3%, passando da 149.905 nel 2018 a 165.327 nel 2019; gli importi medi mensili, che nel 2018 erano pari a 2.079,71 euro, sono pari a 2.069,50 nel 2019, con un decremento percentuale dello 0,5%.

La distribuzione delle pensioni per categoria e classi di importo mensile evidenzia che il 16,1% delle pensioni pubbliche ha un importo mensile inferiore ai 1.000 euro, il 47,2% tra 1.000 e 1.999,99 euro e il 27,1% di importo tra 2.000 e 2.999,99; infine, il 9,5% ha un importo dai 3.000 euro mensili lordi in su. La classe modale del totale dei trattamenti è quella compresa tra 1.500 e 1.749,99 euro, con il 13,5% di essi.

L’Osservatorio statistico dell’Inps sulle pensioni erogate dalla Gestione spettacolo e sport chiarisce, invece, che le pensioni vigenti al primo gennaio sono 58.316 di cui 55.768 a carico del fondo dei lavoratori dello spettacolo e 2.548 del fondo degli sportivi professionisti. L’importo complessivo annuo in pagamento risulta pari a 977,6 milioni di euro di cui il 93,4% (913,5 milioni di euro) in carico al fondo dei lavoratori dello spettacolo e il 6,6% in carico al fondo degli sportivi professionisti.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pensioni dipendenti pubblici, la fotografia dell’Inps