Partite IVA, Confassociazioni: colpite da crisi durissima

(Teleborsa) – “Oggi siamo intervenuti al Tavolo del Lavoro Autonomo, previsto dall’art. 17 della Legge 81/2017 e convocato finalmente dalla Ministra del Lavoro Catalfo che ringraziamo. In questa sede abbiamo ricordato alla Ministra l’importanza del sistema del lavoro autonomo e delle professioni, rimasto da parte negli ultimi provvedimenti del Governo”.

Lo ha dichiarato in una nota Angelo Deiana, presidente di Confassociazioni sottolineando che “ siamo in un crisi che si concentra in maniera durissima proprio sulle Partite IVA perchè molti professionisti perdono mediamente tra il 40% e il 60% del fatturato e, in alcuni casi fino al 75%. Senza poi dimenticare il grave deficit di garanzie che colpisce le piccole Partite IVA personali e giuridiche (quasi 5 milioni di soggetti, spesso giovani e donne, che producono almeno il 16% del PIL) quando si trovano a dover fronteggiare crisi straordinarie come quella pandemica. Tutti questi soggetti non hanno infatti nessun strumento di protezione sociale che li supporti”.

“Per questo, abbiamo ricordato alla Ministra l’urgente necessità di approvare subito la proposta di introdurre un ammortizzatore sociale (ISCRO) per gli iscritti alla Gestione Separata dell’INPS, già presente in alcuni emendamenti segnalati in Legge di Bilancio e, soprattutto, già condivisa da tutte le parti sociali in sede CNEL. Sono poi emersi temi strategici di lungo periodo come la formazione, la maternità, l’equo compenso. Tutti temi importantissimi ma come Confassociazioni, abbiamo ricordato che la necessità immediata è quella di coprire un’emergenza che durerà almeno fino all’estate 2021 in un mondo, quello del lavoro autonomo, che aspetta da sempre uno strumento di tutela dalle crisi che lo ponga allo stesso livello di equità dei lavoratori dipendenti”, conclude.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Partite IVA, Confassociazioni: colpite da crisi durissima