Padoan torna sul sentiero stretto fra riforme e debito

(Teleborsa) – Avanti con le riforme strutturali e con la riduzione del debito. Questa la ricetta offerta dal ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, per la prossima legislatura, in occasione della sua partecipazione ad un convegno della Carisbo a Bologna. 

Secondo il titolare del dicastero di Via XX Settembre occorre andare avanti con le riforme, per accelerare gli investimenti, l’innovazione e la crescita. “C’è massima necessità di continuare in un’azione di riforme che sono la base fondamentale per la crescita, riforme legate allo sfruttamento dei vantaggi comparati del Paese” fra cui il “capitale umano”, e lo “sfruttamento capillare delle nuove tecnologie” ha affermato il ministro.

L’altro tema chiave riguarda i temi di finanza pubblica, in particolare la riduzione del debito, che deve proseguire. “I due pezzi a me piace vederli camminare assieme per un sentiero stretto”, ha sottolineato Padoan, aggiungendo che “deficit strutturale e nominale vanno nella direzione giusta ed il debito, auspicabilmente, comincerà a scendere con un po’ più d’inflazione”.

Padoan torna sul sentiero stretto fra riforme e debito