Padoan: recuperato metà del PIL perso dal 2008

(Teleborsa) – La politica di bilancio si è mossa “lungo un sentiero stretto che ha conciliato l’obiettivo di fornire sostegno alla crescita e all’occupazione con quello di perseguire il consolidamento delle finanze pubbliche”. Lo ha scritto il ministro dell’Economia uscente, Pier Carlo Padoan, al suo successore, spiegando che l’economia è in ripresa e che “l’articolata azione di politica economica ha permesso all’Italia di uscire dalla crisi recuperando circa la metà del prodotto perso a partire dal 2008”. Da allora sono stati ricreati “circa un milione di nuovi posti di lavoro, dando impulso a una ripresa degli investimenti privati di oltre il 10 per cento, a una riduzione dei crediti deteriorati di circa il 30 per cento negli ultimi due anni”. 

L’attuale titolare del Dicastero di via xx settembre ha poi sottolineato l’importanza della “reputazione internazionale” che “è un patrimonio con effetti concreti, tanto sulla spesa per interessi (migliore la reputazione, minori i tassi di interesse, a parità di altre condizioni) quanto sulla possibilità di orientare le decisioni delle comunità internazionali”.

Padoan: recuperato metà del PIL perso dal 2008