Padoan conferma una manovra-bis da 3,4 miliardi

(Teleborsa) – L’aggiustamento di bilancio chiesto all’Italia dalla Commissione europea resta pari a 3,4 miliardi di euro, nonostante la crescita del PIL italiano sia risultata migliore delle attese. Lo ha confermato il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, che oggi, lunedì 20 febbraio 2017, si trova a Bruxelles per la riunione dell’Eurogruppo.

La manovra-bis “è strutturale, e anche eventuali miglioramenti delle stime, che peraltro si possono prevedere, non hanno impatto sull’aggiustamento strutturale”, ha spiegato il ministro aggiungendo di non aspettarsi novità da Bruxelles, che mercoledì 23 febbraio pubblicherà il rapporto sul debito. “Tutte le informazioni sono state già anticipate nelle Previsioni economiche d’inverno, in cui come sapete, nella scheda italiana si prende atto dell’impegno del governo di fare un aggiustamento. Quindi mi aspetto che questo sia il messaggio”, ha precisato Padoan.

Intanto il commissario europeo agli Affari Economici e Finanziari, Pierre Moscovici, conferma che le trattative con Padoan continuano. “Senza dubbio, a margine dell’Eurogruppo e dell’Ecofin continueremo gli scambi con Pier Carlo Padoan per pervenire a una soluzione comune”, ha dichiarato Moscovici, che non ha voluto fare alcun commento sulla “situazione politica, sulla situazione dei partiti politici in Italia. In Italia c’è un governo: c’è un presidente del Consiglio e c’è un ministro dell’Economia e Finanze. Ci sono. Noi lavoriamo con loro per tentare di trovare delle soluzioni, tenuto conto degli scambi che abbiamo avuto finora e che continuano ad andare avanti”, ha concluso il commissario.

Padoan conferma una manovra-bis da 3,4 miliardi
Padoan conferma una manovra-bis da 3,4 miliardi