PA, Madia: entro tre anni il 10% dei dipendenti sarà coinvolto nel “lavoro agile”

(Teleborsa) – Entro tre anni almeno il 10% dei dipendenti della Pubblica Amministrazione potrebbero essere coinvolti nel cosiddetto “lavoro agile”.

Ad affermarlo la ministra della Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, nel corso della presentazione, insieme alla sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi, della direttiva sullo smartworking nelle Amministrazioni Pubbliche.

Madia ha precisato che si tratterà di una scelta “volontaria”, “non ci saranno penalizzazioni nè pregiudizi di carriera”, e saranno le singole amministrazioni a decidere dove sperimentare questa modalità di lavoro con nuove modalità spazio-temporali in ottica “funzionale” all’erogazione di servizi di qualità ai cittadini.

“Si tratta di un cambiamento dell’organizzazione del lavoro che mette al centro la tecnologia”, ha poi affermato la ministra, secondo la quale serve ora un “grande sforzo collettivo” perchè “avremo vinto la sfida quando avremo dimostrato che lo smart working nella P.a. migliora i servizi ai cittadini”.

Previsti 5,5 milioni di euro del Pon governance dell’Unione Europea anche se “queste forme di lavoro porteranno risparmi”, tiene a precisare Madia. Sono attesi ad esempio, a regime, dalla riduzione dei costi di gestione e dalla riorganizzazione degli spazi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

PA, Madia: entro tre anni il 10% dei dipendenti sarà coinvolto nel &#...