PA, il ministro Madia si scaglia contro i fannulloni

Il ministro della Pubblica Amministrazione (PA), Marianna Madia, sembra essere ormai stufa dei continui attacchi ai dipendenti pubblici, sulla base delle notizie di cronaca che scovano in continuazione lavoratori fannulloni.
 
“Il dipendente pubblico che dice che va al lavorare e poi non ci va deve essere licenziato”, ha specificato la Madia durante un convegno, invitando però un po’ tutti a sfatare alcuni luoghi comuni, rimarcando che i “dipendenti pubblici non sono tutti fannulloni”. “Obiettivo comune è superare luoghi comuni e contrapposizioni perché non hanno aiutato il nostro paese e hanno contribuito a creare steccati ideologici e diffidenze reciproche”, ha aggiunto.  

Riguardo alla riforma della PA voluta dal governo Renzi, il ministro ha spiegato che l’obiettivo è quello di “fare dell’Italia un paese semplice. Un paese dove è semplice lavorare, investire e fare impresa”. Del resto, “non penso che sia più accettabile lasciare gli imprenditori ostaggio di incertezze di tempi e di regole”, rispondendo così all’appello lanciato proprio oggi dal presidente di Confcommercio Sangalli.

PA, il ministro Madia si scaglia contro i fannulloni
PA, il ministro Madia si scaglia contro i fannulloni