OVS, sottosegretaria Todde conferma offerta vincolante per Stefanel

(Teleborsa) – “OVS ha presentato un’offerta vincolante volta all’acquisizione di alcuni asset dell’azienda Stefanel, attualmente in amministrazione straordinaria, tra cui in particolare il brand storico dell’azienda”. È quanto dichiarato dalla sottosegretaria al MISE Alessandra Todde in merito all’interesse da parte di OVS, anticipato due giorni fa dall’Ad di OVS, Stefano Beraldo, e confermato ieri durante il tavolo di confronto con le parti sociali.

“Il commissario straordinario, Raffaele Cappiello, ha spiegato al confronto di ritenere l’offerta migliorativa rispetto a quella proposta in cordata da un’altra squadra di imprenditori. Nei prossimi giorni ci sarà una verifica dei dettagli e successivamente il dossier passerà al comitato di sorveglianza del MISE per la conferma di assegnazione”, ha aggiunto la Todde. L’offerta di OVS sembra quindi migliore di quella presentata dalla cordata a cui partecipano l’imprenditore bolognese Alberto Vacchi, patron di IMA, assieme a Luigi Rossi Luciani, dell’impresa veneta Carel.

Convocheremo il tavolo, entro le fine dell’anno, non appena si delineeranno i contorni precisi dell’operazione, in modo da riuscire a chiudere questa vertenza aperta circa due anni fa prima che entrasse in amministrazione straordinaria. Il MISE, dal primo momento, ha sempre fornito il suo supporto mettendo a disposizione tutti gli strumenti possibili per accompagnare l’azienda verso la migliore soluzione possibile”, ha concluso la Todde.

OVS intanto ha chiuso un terzo trimestre positivo, realizzando vendite nette per 361 milioni di Euro, in aumento del 6,1% rispetto al medesimo periodo del 2019 e del 10% sino al giorno prima delle nuove restrizioni implementate dal Governo. Nei nove mesi le vendite sono comunque calate del 25,7%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

OVS, sottosegretaria Todde conferma offerta vincolante per Stefanel