Oscar 2016, finalmente vincono Morricone e Di Caprio. “Il caso Spotlight” miglior film

(Teleborsa) – Dopo ben cinque nomination senza statuetta e un premio alla carriera, l’ultraottantenne Ennio Morricone riporta l’Oscar in Italia, trionfando per la “miglior colonna sonora” nel film “The Hateful Eight” di Quentin Tarantino.  

Una vittoria che è stata fra le più emozionanti della notte degli Oscar, ma soprattutto è stata accompagnata da una standing ovation per il musicista italiano che ha emozionato con le sue straordinarie colonne sonore. Accompagnato dal figlio Giovanni, Ennio Morricone ha ringraziato l’Academy per il riconoscimento, che ha dedicato alla moglie Maria, accanto a lui da 60 anni.

L’88esima edizione degli Oscar è stata caratterizzata dalla rivalsa di altri artisti che erano rimasti all’asciutto nelle passate edizioni. E’ anche il caso di Leonardo Di Caprio, che stavolta ci sperava davvero e si è aggiudicato il titolo di “miglior attore”.

“The Revenant” – Redivivo è il film del suo riscatto, ma la pellicola ha fruttato anche il riconoscimento di “miglior regista” a Alejandro Gonzalez Inarritu. Il regista, che lo scorso anno ha vinto lo stesso titolo con “Birdman” era d’altronde fra i grandi favoriti.

E’ “Il caso Spotlight”, che tratta il complicato tema dei preti pedofili di Boston,  ad aver vinto l’Oscar come “miglior film” in gara, superando appunto “The Revenant” che era fra le nomination più insidiose. Il produttore Michael Sugar ha lanciato anche un appello al Papa: “E’ arrivato il momento di proteggere i bambini”. Il film è stato omaggiato anche per la miglior sceneggiatura di Josh Singer e Tom McCarthy.

Oscar 2016, finalmente vincono Morricone e Di Caprio. “Il caso S...