Orlando: sblocco licenziamenti selettivo, interventi ad hoc

(Teleborsa) – “Fino a tutto giugno c’è il blocco dei licenziamenti per tutti, da inizio luglio in poi inizia lo sblocco per la grande impresa che dispone di ammortizzatori ma per le imprese più piccole si attende l’autunno in attesa di strumenti che attualmente non sono previsti per tutti i tipi di impresa”. Lo ha detto il Ministro del Lavoro Andrea Orlando intervistato a Uno mattina su Rai 1 sottolineando che serviranno “ritocchi”, “si dovrà accompagnare il superamento del blocco” dei licenziamenti “con una serie di strumenti che tengano conto del diverso andamento dei settori“.

Ci vuole un pieno coinvolgimento delle parti sociali nel PNRR, un vero e proprio patto” “per massimizzare il più possibile le ricadute occupazionali” del Piano nazionale di ripresa e resilienza, ha aggiunto.


Concetto ribadito anche nell’intervista rilasciata a Il Messaggero. “Non sappiamo ancora quale sarà l’impatto finale della crisi pandemica sull’economia. E’ necessario aggiustare progressivamente la mira. Sarà importante per questo il confronto con le parti sociali che parte oggi”, ha detto Orlando. “Credo sia necessario, e ne parleremo al tavolo con le aziende, distinguere tra le varie dimensioni delle imprese per prevedere uno sblocco selettivo – ha spiegato – faremo un censimento delle diverse situazioni e pensiamo di adottare misure ad hoc per gestire le crisi aziendali e per le politiche industriali. Alcuni settori hanno superato di più la crisi anche all’interno dello stesso macro comparto. Sarà l’eccezione a mettere in discussione la regola generale. Con il dialogo – ha concluso – pensiamo di realizzare interventi mirati, anche territoriali, per distretto, per filiera, quasi chirurgici”.

Quanto a ITA “non vogliamo che diventi una preda. Siamo consapevoli che se sarà eccessivamente sottodimensionata questo sarà il pericolo. Per questo insisteremo per far valere le nostre esigenze, gli interessi del Paese”. “Quanto agli ammortizzatori sociali non mi sembra corretto definirli nel dettaglio adesso, con il negoziato aperto con la Ue – ha spiegato – Di certo posso assicurare che ridurremo eventuali impatti sull’occupazione. Ci sono vari scenari allo studio e vari strumenti che possono essere utilizzati. Ci stiamo lavorando assieme al MIMS”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Orlando: sblocco licenziamenti selettivo, interventi ad hoc