Ordini 737 Max 8, Boeing reclama fiducia

(Teleborsa) – La decisione assunta da China Aircraft Leasing Group Holding di sospendere l’acquisto di 100 esemplari del Boeing 737 Max, benché abbia valore temporaneo, conferma l’intenzione da parte degli operatori del trasporto aereo civili di attendere l’esito del processo degli aggiornamenti introdotti dal costruttore aeronautico sul software che presiede al controllo dell’inviluppo di volo, che dovrà sfociare in una nuova certificazione a cura della FAA e che a sua volta dovrà essere accettata dalle autorità civili aeronautiche degli altri Paesi (EASA in Europa). In altri termini, si attende di ricevere conferma della piena affidabilità del 737 Max 8.

Secondo quanto riferito dal South China Morning Post di Hong Kong, che ha raccolto le dichiarazioni del presidente di China Aircraft, Chen Shuang, il gruppo cinese ha ritenuto di interrompere il pagamento delle rate di acquisto dei 100 esemplari dell’aeromobile. L’ordine era partito nel 2017 per l’acquisto di 50 aeromobili, per un valore di 5,8 miliardi di dollari; ne era seguito un secondo per altri 25 aeromobili e un’opzione per ulteriori 25. Le consegne sarebbero iniziate a luglio 2019 e proseguite fino al 2023. L’Amministrazione dell’aviazione civile della Cina (CAAC) è stata la prima a sospendere i certificati di idoneità al volo per i Boeing 737 Max 8

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ordini 737 Max 8, Boeing reclama fiducia