Ora è più facile diventare cittadino italiano. Sì della Camera allo “ius soli”

La Camera ha approvato la nuova legge sulla cittadinanza italiana. Con 310 voti a favore, 66 contrari e 83 astenuti, il testo che permette agli stranieri di diventare italiani, ha ottenuto il via libera e si appresta a passare al vaglio del Senato.

Via libera dunque allo “ius soli temperato” ovvero la nuova fattispecie per l’acquisto della cittadinanza italiana da parte dei minori stranieri.

Cosa cambia? La cittadinanza sarà acquisita da colui che nasce in territorio italiano da genitori stranieri, purché almeno uno dei due abbia il permesso di soggiorno UE di lungo periodo. Tale fattispecie differisce dallo “ius soli” contemplato negli Stati Uniti che, invece, consente di diventare cittadino statunitense solo per il semplice fatto di nascere sul territorio americano.

La Camera ha dato il via libera anche allo “ius soli culturae” che permette di acquisire la cittadinanza a coloro che hanno studiato in Italia per almeno cinque anni: ovvero abbiano frequentato regolarmente uno o più cicli presso istituti del sistema nazionale di istruzione, o percorsi di istruzione e formazione professionale triennali o quadriennali. 

L’ok al testo è arrivato da Sel oltre alla maggioranza. Contrari al provvedimento sono stati Fratelli di Italia, Lega e Forza Italia. Astenuto il M5s.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ora è più facile diventare cittadino italiano. Sì...