Ora legale, in 16 anni risparmi per 1,6 miliardi di euro

(Teleborsa) – Domenica 29 marzo si sposteranno in avanti le lancette degli orologi e a beneficiarne sarà soprattuto il sistema elettrico. Secondo quanto rilevato dal gestore della rete nazionale Terna, infatti, dal 2004 al 2019 il minor consumo di elettricità per l’Italia dovuto all’ora legale è stato di circa 9,6 miliardi di kilowattora (quantitativo equivalente alla richiesta di energia elettrica annua di una regione come la Sardegna) e ha comportato in termini economici un risparmio per i cittadini di oltre 1 miliardo e 650 milioni di euro.

Nel solo 2019 i benefici si sono tradotti in un risparmio pari a 505 milioni di kWh (quanto il consumo medio annuo di elettricità di circa 190 mila famiglie) e un valore corrispondente a minori emissioni di CO2 in atmosfera per 250 mila tonnellate. Il beneficio nel 2020 però – avverte Terna – potrà essere influenzato dalla riduzione dei consumi registrata in questo periodo di chiusura delle attività per effetto dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

(Foto: Anton Dmitriev on Unsplash)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ora legale, in 16 anni risparmi per 1,6 miliardi di euro