Opening Bell stonata per Wall Street

(Teleborsa) – Partenza sottotono per la borsa di Wall Street dopo che la vigilia l’azionario americano ha segnato nuovi massimi in chiusura beneficiando del report occupazionale diffuso venerdì scorso che ha messo in evidenza una creazione di posti di lavoro superiore alle aspettative ed un calo del tasso di disoccupazione.

Sullo sfondo restano i timori per il trend dei tassi dei Treasuries e per il rischio che la Federal Reserve ritiri le misure di stimoli monetari prima delle attese.

Sulle prime rilevazioni, il Dow Jones è sostanzialmente stabile e si posiziona su 33.462 punti; sulla stessa linea, si muove intorno alla parità l’S&P-500, che continua la giornata a 4.072 punti. Leggermente negativo il Nasdaq 100 (-0,29%); sulla stessa tendenza, in lieve ribasso l’S&P 100 (-0,25%).

Nell’S&P 500, buona la performance del comparto energia. Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori utilities (-0,74%) e informatica (-0,53%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Goldman Sachs (+0,77%) e DOW (+0,59%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Visa, che ottiene -1,34%.

Scivola Intel, con un netto svantaggio dell’1,05%.

Sostanzialmente debole Salesforce.Com, che registra una flessione dello 0,91%.

Si muove sotto la parità Cisco Systems, evidenziando un decremento dello 0,86%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Illumina (+8,96%), Discovery (+2,46%), Discovery (+2,30%) e Wynn Resorts (+1,85%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Paychex, che ottiene -5,70%.

In rosso Texas Instruments, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,61%.

Spicca la prestazione negativa di Altera, che scende dell’1,44%.

Intuit scende dell’1,32%.

(Foto: David Vives / Pixabay)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Opening Bell stonata per Wall Street