Opening Bell stonata per Wall Street

(Teleborsa) – Partenza sottotono per la borsa di Wall Street in una settimana scandita dalla festività del Thanksgiving. 

Pochi gli spunti sul fronte macroeconomico: è prevista la diffusione oggi di un aggiornamento sul mercato immobiliare, con la vendita di case esistenti, nel mese di ottobre. Prima della partenza del mercato, è stata pubblicata la statistica relativa all’indice sull’attività nazionale (CFNAI) che ha evidenziato un deciso e inaspettato miglioramento dell’economia nel Distretto Fed di Chicago.

Sulle prime rilevazioni, il Dow Jones segna un guadagno frazionale dello 0,47%; sulla stessa linea, piccolo scatto in avanti per lo S&P-500, che arriva a 2.592,46 punti. In moderato rialzo il Nasdaq 100 (+0,58%), come l’S&P 100 (0,5%).

I volumi sono previsti contenuti in vista dei mercati chiusi per festività giovedì e mezza giornata venerdì.

A livello societario, focus su Time Warner e AT&T  dopo lo stop alla loro fusione da parte delle autorità americane della concorrenza. Intanto dalla Federal Reserve è giunta la notizia che Janet Yellen lascerà anche il proprio posto dal board, una volta che il nuovo governatore Jerome Powell sarà ufficialmente investito della carica.

Information Technology (+0,64%), Sanitario (+0,58%) e Materiali (+0,53%) in buona luce sul listino S&P 500.

Al top tra i giganti di Wall Street, Du Pont de Nemours (+1,63%), Apple (+1,02%), IBM (+0,86%) e Cisco Systems (+0,86%).

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Netease (+2,15%), Dollar Tree (+1,96%), Paypal Holdings (+1,75%) e Micron Technology (+1,72%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Analog Devices, che prosegue le contrattazioni a -2,36%.

Opening Bell stonata per Wall Street