Opening bell stonata a Wall Street

(Teleborsa) – Wall Street avvia poco sotto la parità, con il Dow Jones che lima lo 0,26%, mentre, al contrario, incolore l’indice S&P-500, che continua la seduta a 2.073 punti, sui livelli della vigilia. In ribasso il Nasdaq 100 (-1,19%).

Dal fronte macro, sono stati  svelati i dati sull’indice del costo del lavoro relativo al 1° trimestre 2016 che è salito dello 0,6%, e risulta anche in linea con le attese degli analisti e i redditi e le spese dei consumatori americani del mese di marzo , mentre dopo l’apertura di Wall Street, si conoscerà il PMI di Chicago di Aprile e la Fiducia consumatori dell’ Università del Michigan.

Forte nervosismo e perdite generalizzate nell’S&P 500 su tutti i settori, senza esclusione alcuna. Nella parte bassa della classifica dell’S&P 500, sensibili ribassi si sono manifestati nei comparti Information Technology (-1,37%), Energia (-1,35%) e Finanziari (-1,11%).

Unica tra le Blue Chip del Dow Jones a riportare un sensibile aumento è Exxon Mobil (+0,94%) che festeggia una trimestrale sopra le stime. Le peggiori performance, invece, si registrano su Intel, -1,32%.

Calo deciso per Cisco Systems, che segna un -1,29%.

Sotto pressione United Health, con un forte ribasso dell’1,03%.

In calo Merck, che mostra un calo dello 0,90%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Opening bell stonata a Wall Street