Opening bell stonata a Wall Street

(Teleborsa) – Wall Street inizia la seduta con forti ribassi. Pesano le parole del presiedente USA Donald Trump che ha annunciato dazi per il valore di 50 miliardi di dollari nel commercio con la Cina. Dal fronte macro si mostra invece in calo e peggiore delle attese il dato su produzione industriale e settore manifatturiero.

A New York, il Dow Jones cala dello 0,70%, così come lo S&P-500, che scende dello 0,41%. Sotto la parità il Nasdaq 100, che mostra un calo dello 0,45%, come l’S&P 100 (-0,41%).

Nell’S&P 500, non si salva alcun comparto. Tra i più negativi della lista del paniere S&P 500, troviamo i comparti Industriale (-0,88%), Materiali (-0,50%) e Information Technology (-0,45%).

Affondano tutti i titoli ad alta capitalizzazione del mercato il Dow Jones. Le peggiori performance si sono registrate su Boeing, che registra un -2,21%.

Vendite a piene mani su Caterpillar, che soffre un decremento del 2,04%.

Spicca la prestazione negativa di Cisco Systems, che scende dell’1,36%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Regeneron Pharmaceuticals (+0,93%), Cognizant Technology Solutions (+0,92%), Incyte (+0,84%) e Costco Wholesale (+0,72%). Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Jd.Com, che ha terminato le contrattazioni a -3,51%.

Pessima performance per Adobe Systems, che registra un ribasso del 3,27% dopo aver comunicato i risultati di bilancio.

Wynn Resorts scende dell’1,62%.

Opening bell stonata a Wall Street