Opening bell stonata a Wall Street

(Teleborsa) – Partenza al ribasso per la borsa americana, con gli investitori in attesa di sapere come andrà il primo meeting della Federal Reserve presieduto da Jerome Powell, in agenda mercoledì prossimo 21 marzo 2018.

Priva di dati macro rilevanti l’agenda odierna.

Dopo i primissimi scambi il Dow Jones mostra un leggero calo dello 0,51%; sulla stessa linea l’S&P-500, che viaggia sotto la parità a 2.736,35 punti. Negativo il Nasdaq 100 (-1,24%), come l’S&P 100 (-0,7%).

Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell’S&P 500. Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori Information Technology (-1,21%), Materiali (-0,66%) e Energia (-0,60%).

Affondano tutti i titoli ad alta capitalizzazione del mercato il Dow Jones. Le più forti vendite si manifestano su Caterpillar, che arretra dell’1,35%. Pensosa Chevron, con un calo frazionale dello 0,88%. Tentenna Microsoft, con un modesto ribasso dello 0,87%. Giornata fiacca per Johnson & Johnson, che segna un calo dello 0,84%.

Unico titolo in positivo del Nasdaq-100, Regeneron Pharmaceuticals mette a segno un +0,66%. Le più forti vendite, invece, si manifestano su Facebook, che registra un calo del 4,99%: secondo alcune indiscrezioni milioni di profili di utenti del più famoso social media al mondo sarebbero stati “rubati” per fini elettorali da una società legata a Trump. Affonda Netease, con un ribasso del 3,21%. Crolla KLA-Tencor, con una flessione del 2,94%. Vendite a piene mani su Lam Research, che soffre un decremento del 2,78%.

Opening bell stonata a Wall Street