Opening bell intonata a Wall Street

(Teleborsa) – Avvio in rialzo per la borsa di Wall Street.

In primo piano resta la questione dazi. Anche, il presidente della BCE, Mario Draghi, ha dichiarato che le “incertezze dovute al crescente protezionismo e alla volatilità mercati hanno guadagnato spazio” e in questo ambito “restano necessari stimoli significativi” come quelli già previsti. Lo scopo è quello di garantire la normalizzazione dell’inflazione.

Dal fronte macroeconomico, crescono i prezzi al consumo di agosto ma meno di quanto atteso.In calo le richieste di sussidio alla disoccupazione.

Tra gli indici a stelle e strisce, il Dow Jones mostra un rialzo dello 0,53%, continuando la scia rialzista evidenziata da tre guadagni consecutivi, innescata martedì scorso. Sulla stessa linea, lo S&P-500 avanza dello 0,48%. Positivo il Nasdaq 100 (+0,90%).

Al top tra i giganti di Wall Street, Apple (+1,69%), Boeing (+1,42%), Microsoft (+1,10%) e Dowdupont (+1,24%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Verizon Communication, che prosegue le contrattazioni a -0,65%. Pensosa Home Depot, con un calo frazionale dell’1,32%. Tentenna General Electric, con un modesto ribasso dello 0,79%. Giornata fiacca per Wal-Mart che segna un calo dello 0,86%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Asml Holding N.V. Represents (+4,28%), Netease (+3,83%), Jd.Com (+3,42%) e Qualcomm (+3,14%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Dentsply Sirona che prosegue le contrattazioni a -0,98%.

Opening bell intonata a Wall Street