ONU, l’Italia si aggiudica un seggio nel Consiglio di sicurezza, compromesso con Olanda

(Teleborsa) – Dal 1° gennaio del prossimo anno, l’Italia farà parte del Consiglio di sicurezza dell’ONU. 

E’ quanto è stato deciso, ieri, durante l’assemblea generale delle Nazioni Unite chiamata a votare per rinnovare cinque seggi non permanenti del Consiglio di sicurezza (ONU), per i prossimi due anni, 2017-2018.

Dopo ben cinque fumate nere, è stato raggiunto un compromesso con l’Olanda. I due Paesi hanno deciso di dividersi i seggi per i prossimi due anni: il 2017 all’Italia e il 2018 all’Olanda. 

Ottenere il seggio non permanente nell’ONU, nel 2017, era molto importante per l’Italia che ospita il G7. A otto anni dal suo ultimo mandato, l’Italia sperava di aggiudicarsi nuovamente il posto nell’organo globale, ora ancora più debole specie dopo la Brexit.

Nei prossimi due anni, il Consiglio si concentrerà su questioni delicate che toccano direttamente il nostro interesse nazionale, come Libia, Siria, crisi migratorie e Isis, ma anche cambiamento climatico.

“Serviremo un anno a testa”, ha detto il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni annunciando che l’Italia sarà la prima a occupare il seggio in Consiglio nel 2017 e, collaborerà con l’Olanda l’anno successivo.

ONU, l’Italia si aggiudica un seggio nel Consiglio di sicurezza,...