ONU, accordo con 62 aziende (tra cui ENI) per ridurre le emissioni di metano

(Teleborsa) – Sessantadue aziende, che rappresentano il 30% della produzione mondiale di petrolio e gas, hanno aderito alla partnership proposta da ONU, Commissione Europea e Fondo per la Difesa Ambientale per rendicontare le emissioni di metano con un nuovo e molto più alto livello di trasparenza.

La partership introduce il nuovo quadro diriferimento OGMP2.0 per la rendicontazione, il gold standard che migliorerà la precisione e la trasparenza della comunicazione delle emissioni di metano di origine antropica nel settore del petrolio e del gas. Secondo l’Agenzia Internazionale dell’Energia, la riduzione del 90% delle emissioni di metano del settore energetico ridurrebbe di due decimi di grado Celsius l’aumento previsto della temperatura media del pianeta entro il 2050. L’OGMP 2.0 mira anche a ridurre del 45% le emissioni di metano del settore entro il 2025 e del 60-75% entro il 2030.

“Per vincere la Gara a Emissioni Zero nette, abbiamo bisogno di tutti a bordo. Abbiamo bisogno di un’azione ambiziosa da parte dell’industria petrolifera e del gas. L’UNEP (il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente) è impegnata a sostenere gli sforzi per ridurre le emissioni di metano, e riconosciamo la leadership delle aziende che hanno aderito a un così ambizioso quadro di reporting del metano”, ha dichiarato Inger Andersen, Direttore Esecutivo dell’UNEP. “Siamo ansiosi di vedere azioni che trasformino gli impegni in una reale riduzione delle emissioni”.

Tra le 62 aziende di tutto il mondo c’è anche ENI, il cui amministratore delegato Claudio Descalzi ha dichiarato: “La riduzione delle emissioni di metano è uno sforzo cruciale nel percorso di decarbonizzazione del settore. Come fattore sul quale possiamo avere un impatto positivo immediato e concreto, OGMP 2.0 offre un progetto riconosciuto a livello internazionale alle aziende di tutto il nostro settore che desiderano migliorare la riduzione delle emissioni in tutte le fasi della catena del valore. Continueremo a lavorare con tutti i partner coinvolti, perché solo attraverso la collaborazione con le organizzazioni internazionali, la società civile e i governi possiamo raggiungere i nostri obiettivi comuni”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ONU, accordo con 62 aziende (tra cui ENI) per ridurre le emissioni di ...