OCSE, stabile l’economia dei paesi del G20, rallenta in Cina

(Teleborsa) – Si mantiene stabile la crescita del G20 nel primo trimestre dell’anno. Stando ai dati pubblicati oggi dall’OCSE, il PIL è cresciuto dello 0,7%, riportando lo stesso tasso di crescita dei tre mesi precedenti, ma con differenze più accentuate fra i vari Paesi.

La crescita nella Zona euro ha accelerato dello 0,6% rispetto al +0,4% rilevato nel trimestre precedente, dove in Germania è salita allo 0,7% da +0,3% e in Francia si è espansa al +0,6% da +0,4%. Più contenuta la crescita in Italia passata al +0,3% da +0,2%.

PIL in accelerazione anche in Australia (+1,1% da +0,7%), così come in Canada (+0,6% da +0,1%), in India (+2,1%, il tasso più alto da 5 anni) e in Messico (+0,8% da +0,5%).

In Giappone il PIL ha segnato un +0,5% dal precedente -0,4%.

Al contrario, la crescita ha continuato a rallentare in Cina, dove il PIL si è espanso dell’1,1%, registrando il tasso di crescita più basso dal 1995.

L’espansione economica si indebolisce anche negli Stati Uniti (+0,2% da +0,3%) e nel Regno Unito (+0,4% da +0,6%).

La crescita su base annuale del PIL del G20 si è assestata al 3% come nel trimestre precedente.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

OCSE, stabile l’economia dei paesi del G20, rallenta in Cin...