OCSE, primi segnali di rallentamento crescita in Italia

(Teleborsa) – Gli indicatori anticipatori OCSE segnalano una fase di indebolimento della crescita nei vari paesi membri dell’organizzazione.

La conferma del trend, nel complesso dei paesi OCSE, arriva dal leading indicator di maggio.

In particolare, l’indicatore dell’Eurozona è rimasto invariato a 100,3 punti, suggerendo un trend di crescita stabile mentre quello della Francia sale a 100,7 (da 100,6) così come quello della Germania che si attesta a 100,8 da 100,7. In Italia, invece, il superindice continua a mostrare un andamento opposto ai due principali partner europei, rallentando a 100 (da 100,1).

L’indicatore economico anticipatore ha segnalato una stabilità in Giappone (100,1 punti) mentre si è indebolito leggermente negli Stati Uniti (99,6 da 99,7), allo stesso livello della Gran Bretagna (99,6), sceso da 99,7 punti.

Il leading indicator dei Paesi OCSE mantiene il valore dei due mesi precedenti a 100 punti.

OCSE, primi segnali di rallentamento crescita in Italia
OCSE, primi segnali di rallentamento crescita in Italia