Obamagate, Trump accusa l’ex presidente del “più grande crimine politico della storia Usa”

(Teleborsa) – Sono da poco passate le 22 in Italia quando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha sganciato sul suo account Twitter la bomba “Obamagate!”. Un post tutto in maiuscolo, che nel linguaggio dei social equivale a urlare, diventato in poco tempo trend topic con oltre 2 milioni di utenti che hanno utilizzato l’hashtag nel corso della notte. Al post è seguita una raffica di tweet in cui Trump ha ripubblicato messaggi contro l’ex presidente Barack Obama. Secondo il Tycoon, il suo precedessore ha commesso “il più grande crimine politico della storia americana fino ad oggi” usando “le sue ultime settimane in carica per sabotare la nuova amministrazione”.

Nel dettaglio Trump accusa Obama di aver cospirato per fare cadere l’ex consigliere per la Sicurezza Nazionale Michale Flynn, coinvolto nel Russiagate e nei confronti del quale il dipartimento di Giustizia ha deciso di lasciare cadere le accuse nei giorni scorsi. Una decisione che per Obama – secondo quanto emerge da una conversazione privata con ex membri della sua amministrazione ed alleati politici, la cui registrazione è stata ottenuta e diffusa da Yahoo News – “mette a rischio la comprensione dello Stato di diritto”.

Nella stessa conversazione l’ex presidente ha, poi, criticato fortemente la risposta di Trump alla pandemia di Covid 19 definendola un “assoluto caotico disastro”. In tale scenario l’ondata di tweet contro l’ex presidente Usa appare con tutta evidenza una risposta di Trump a tali accuse.

Intanto, nelle ultime ore, su Twitter c’è già chi denuncia una sorta di censura nei confronti della questione. Secondo diversi utenti sarebbero, infatti, stati cancellati milioni di tweet con l’hashtag #Obamagate.

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Obamagate, Trump accusa l’ex presidente del “più grande c...